Bolletta dell’acqua e 4 modi per abbassarla

L’ultimo post della mini-serie sul risparmio in bolletta non poteva che riguardare la bolletta dell’acqua.

Dopo luce e gas, infatti, l’acqua è una delle maggiori spese delle nostre case. Anche a questo però c’è una soluzione!

Vi ho preparato 4 piccole strategie per risparmiare ogni giorno sulla bolletta dell’acqua, senza sentire alcuna differenza.

Pronti a risparmiare? Allora continuate a leggere!

Chiudere i rubinetti inutilizzati

lavare mani lavaggio bolletta dell'acqua risparmio acqua

Mentre vi spazzolate i denti, mentre vi insaponate i capelli o ancora mentre vi insaponate le mani: sono tanti i momenti in cui vi trovate davanti (o sotto, nel caso della doccia) a un rubinetto senza utilizzarlo.

In questi casi, la cosa migliore da fare è… lasciarlo chiuso! Non avete idea di quanta acqua venga sprecata in questi frangenti, soprattutto nel caso della doccia.

Chiudete il rubinetto e apritelo soltanto al momento in cui vi servirà, vedrete che i risultati ci saranno.

Elettrodomestici pieni

lavatrice lavaggio acqua risparmio bolletta

La lavatrice e la lavastoviglie (per i fortunati che ce l’hanno) consumano moltissima acqua. Un modo per ammortizzare questa spesa è non avviarle mezze vuote.

Riempite sempre al massimo questi due elettrodomestici, così potete fare meno cicli e risparmiare, in questo modo, anche sull’elettricità.

Fate solo attenzione a verificare che, una volta pieni, i due elementi possano lavorare. La lavatrice, se il carico dovesse essere superiore a quello consentito, rischierebbe di non lavarvi niente.

Eliminare le perdite

acqua perdite risparmio bolletta rubinetto

Assicuratevi che in casa non si verifichi alcuna perdita e anche che i rubinetti funzionino adeguatamente.

In molti casi basta stringere l’anello del rubinetto con una pinza o una chiave inglese e tutto si risolve. In caso contrario, ricordate che siete studenti in affitto e il padrone di casa è tenuto ad aiutarvi.

Se il filtro del rubinetto è ostruito, dovrebbero bastarvi un po’ di aceto e acqua calda. Ricordate però di eliminare il calcare (magari in modo naturale) ogni volta che pulite bagno e cucina, così da evitare eventuali accumuli.

Non lavare i piatti ad acqua corrente

piatti lavare lavaggio acqua risparmio bolletta

Ci sono diversi metodi per risparmiare acqua durante il lavaggio dei piatti. Una delle discriminanti è se avete un doppio lavabo o meno.

Partiamo da quelli che magari ce l’hanno. In questo caso, riempite una vasca con acqua calda e sapone per i piatti e lasciate i piatti sporchi in ammollo per circa 5 minuti. L’acqua calda inizierà a rimuovere lo sporco. Passati quei minuti, insaponate i piatti e metteteli nella vasca vuota. Terminato lo spazio, risciacquate con acqua fredda, in modo da eliminare gli odori.

Se il vostro lavello ha una vasca sola, non temete, possiamo comunque applicare quel metodo. Vi basterà sostituire la vasca dell’acqua calda con un’insalatiera (o, perché no, con una piccola bacinella) e usare quella che avete per appoggiare i piatti insaponati.

In questo modo risparmierete tantissima acqua e impiegherete anche meno tempo a lavare i piatti!


Questi quattro consigli vi aiuteranno a ridurre drasticamente l’importo della vostra bolletta dell’acqua. E, diciamocelo, ad aiutare il pianeta nel frattempo.

Voi come risparmiate l’acqua? E soprattutto, come li lavate i piatti? Fatemelo sapere con un commento!

Alla prossima!

Lascia un commento